Una donna di 92 anni ha ucciso il figlio 72enne che voleva mandarla in una casa di riposo. Gli ha sparato con una pistola che aveva nascosto nelle tasche della estaglia. È successo in Arizona, negli Stati Uniti, dove l'ufficio dello sceriffo della contea di Maricopa ha arrestato e incriminato per omicidio premeditato Anna Mae Blessing.

"Lei ci stava pensando da qualche giorno perché c'era stata una lite sulla decisione del figlio di mandarla in una casa di riposo", ha dichiarato il sergente Bryant Vanejas. Al momento della sparatoria era presente anche la compagna del figlio, che ha raccontato che la donna, prima di sparare, ha detto di essere stanca del modo in cui veniva trattata. Dopo aver sparato al figlio, la donna ha rivolto l'arma anche contro la sua compagna che le si è scagliata contro per disarmarla. A questo punto l'anziana ha estratto una seconda pistola, ma la più giovane è riuscita a strappargliela dalle mani.

A questo punto Blessing, che era andata a vivere dal figlio sei mesi prima, si è calmata, aspettando seduta su una poltrona l'arrivo della polizia alla quale ha detto che il figlio le aveva tolto la vita, quindi lei aveva deciso di togliergli la sua. Per quanto riguarda le pistole, la donna ha spiegato che una l'aveva comprata negli anni settanta, mentre la seconda le era stata lasciata dal marito.