fornoPresente in quasi ogni cucina moderna, il forno a microonde è riuscito ad alleviare notevolmente il lavoro delle donne, lasciando loro abbastanza tempo libero anche per altre attività.

Tuttavia, negli ultimi anni, intorno al forno a microonde fluttuano un sacco di polemiche sul modo in cui possa influenzare negativamente la nostra salute: è pericoloso o no?

Il segreto del forno a microonde è un piccolo dispositivo, chiamato magnetron, che converte l’elettricità ricevuta in onde radio di corta frequenza, cioè in una forma di radiazioni elettromagnetiche. Queste onde influenzano direttamente le molecole d'acqua nel cibo, che iniziano a vibrare, cosa che produce calore. Ecco, quindi, come un alimento viene riscaldato o cotto nel forno a microonde.

Tuttavia, il fatto che questo meccanismo implichi le radiazioni, ci fa sorgere il dubbio che il cibo possa subire o meno un deterioramento pericoloso per il corpo umano.

Ci sono teorie che sostengono che le microonde emesse dal forno distruggono gli enzimi e antiossidanti dagli alimenti, lasciandoli così vuoti di sostanze nutritive. Naturalmente, questo non è l'unica tecnica di cottura che distrugge gli elementi essenziali degli alimenti. La bollitura prolungata, ad esempio, deteriora anch'essa proteine e nutrienti.

Uno studio che risale al 2003, in cui sono stati fatti diversi esperimenti sui broccoli, ha rivelato che sia il forno a microonde sia la bollitura o la cottura a pressione distruggono gli antiossidanti, mentre la cottura a vapore è l'unico metodo che non li colpisce.

Un altro studio, condotto nel 2009, nel quale sono state considerate più varietà di verdure (circa 20) sottoposte a vari metodi di cottura al calore, è giunto alla stessa conclusione.
Gli antiossidanti vengono distrutti sia attraverso una cottura prolungata a fuoco o nel forno a microonde, sia utilizzando una quantità eccessiva di acqua per cucinare. Per di più, poichè il tempo di cottura a microonde è più breve, sembra che gli antiossidanti sopravvivano meglio rispetto alla bollitura o cottura attraverso altri metodi. Inoltre, sembra che le verdure preparate con troppa acqua perdono i loro antiossidanti.

Insomma, il forno a microonde influenza la nostra salute o no?

Il famoso forno a microonde ha ricevuto, molti anni fa (negli anni '80), l'approvazione della FDA per quanto riguarda le emissioni. Perciò, il governo degli Stati Uniti non lo considera un pericolo per la salute. E’ importante però sapere come usarlo.

E’ quindi assolutamente vietato il riscaldamento degli alimenti in contenitori di plastica, metallo o alluminio, essendo accettati solo il vetro e la ceramica. Il riscaldamento del cibo nel forno a microonde in imballaggi non adeguati può danneggiare la salute, poiché esiste un grande rischio che tali materiali emettano sostanze chimiche pericolose, che alla fine finiscono nei nostri corpi.

Inoltre, si raccomanda un minimo utilizzo delle microonde, così come tutte le radiazioni, qualunque sia la loro natura – i computer portatili, i telefoni cellulari, i tablet o altre fonti. Si raccomanda di essere prudenti quando riscaldiamo gli alimenti nel forno a microonde e di ricordare che:

1. E’ importante consumare alimenti sani.
2. Non dobbiamo utilizzare altri contenitori nel forno microonde, ma solo quelli di vetro termoresistente o ceramica.
3. Gli alimenti devono essere tenuti sul fuoco o nel forno a microonde per poco tempo per mantenere le loro proprietà nutrizionali.
4. Si consiglia di stare lontano dal forno a microonde quando è acceso.
5. E’ importante assicurarsi che il forno funzioni bene, e non sia danneggiato.