Alzi la mano chi, dopo le tanto auspicate dimissioni del Governo Monti e la nomina di un nuovo Governo non più “tecnico”, ma “normale”, non ha pensato che, finalmente, si sarebbe potuto far qualcosa per l’Italia e per gli italiani. Qualche perplessità, a dire il vero, si era manifestata viste le difficoltà nel creare il nuovo Governo e per eleggere il nuovo Presidente della Repubblica.

[Continua la lettura dell’articolo]