(l.c.) Si sa che sono in tre, che forse sono armati e che si trovano a bordo di un'automobile che sembra impossibile da fermare. È caccia alla banda dell'Audi gialla, che ha seminato il panico sulle strade del Nord-Est dell'Italia, percorrendo circa cinque chilometri contromano sul Passante di Mestre, alla velocità di 150 Km/h. Le forze dell'ordine sono alla ricerca della RS4 da 300 Cv che ha causato un incidente in cui ha perso la vita una donna e anche il web si è mobilitato per tentare di aiutare in ogni modo gli inquirenti. 

Decine di cittadini stanno aderendo a diversi gruppi Facebook il cui obiettivo è fornire indicazioni utili e segnalazioni che aiutino a bloccare il gruppo a bordo dell'Audi gialla (la foto che vedete è stata diffusa dalla Questura di Vicenza), che comprende i presunti autori di alcune rapine in Veneto. Un ragazzo albanese di 32 anni, ritratto in una foto segnaletica diffusa alcuni giorni fa, si è presentato in questura a Torino, dichiarando: "Sono io quello della foto. Sono io quello che state cercando da giorni. Ma con l'Audi gialla non c'entro niente". Numerose le segnalazioni, ma ancora nulla di fatto: l'Audi gialla è ancora in fuga.