PIAZZA ARMERINA (ENNA) – Piazza Armerina, la splendida comunità in provincia di Enna, attende impaziente l'arrivo del Papa. Già, perché prima della lunga visita a Palermo il Santo Padre si fermerà per un paio d'ore in città, dopo l'atterraggio al campo sportivo di Piano Sant’Ippolito, intorno alle 8.30. "Un evento storico", dicono più o meno tutti, dal barista all'edicolante. Si tratta della prima volta in assoluto, in effetti, che un Papa visita il territorio di una Diocesi che, a due secoli dalla fondazione, è un mosaico particolare, certamente unico. complesso.

Il Papa a Palermo, ma prima a Piazza Armerina

Don Salvatore Chiolo, parroco di Villarosa, dice a "La Sicilia": "Speriamo che questa toccata e fuga sia l’inizio di una rivoluzione epocale, perché ci permetterà di essere più credibili in un momento di grande difficoltà nella nostra missione di sacerdoti. Chi parte, oggi, lo fa col biglietto di sola andata. Non tornano più: né i giovani, né i padri e le madri di famiglia, che se ne vanno, assieme ai figli piccoli, perché hanno perso il lavoro o la pensione dei loro genitori. Si prende la valigia per continuare a sperare, a sognare".

La visita del Pontefice, sperano a Piazza Armerina, porterà quantomeno un filo di speranza: "Vorremmo una scossa, un segnale per darci speranza e per non far partire i nostri figli e i nostri nipoti", afferma il pensionato Vincenzo. Il Santo Padre percorrerà con la papamobile alcune vie del centro storico per fermarsi in piazza Falcone e Borsellino, In prima fila, sotto il palco, ci saranno 9mila posti in prima fila, oltre a 7mila lasciapassare per la vicina piazza Generale Cascino, da dove il Papa si vedrà un po’ più da lontano. Sotto il palco ci saranno una cinquantina di fortunatissimi cittadini che avranno un breve incontro col Papa, tra cui sacerdoti, un licenziato dall'Eni, un ex detenuto e un migrante. In totale, comunque, si prevedono tra le 50 e le 70 mila presenze per l'evento.

La visita del Papa anche come occasione economica

Tra le tante buone notizie del cosiddetto "indotto", si contano i 2mila posti letto già esauriti tra b&b e affittacamere. Gioiscono anche i paesi vicini: "La presenza per tre giorni di quasi 100mila fedeli è una grande opportunità di rilancio turistico ed economico per la città", fa giustamente notare il sindaco di Piazza Armerina, Nino Cammarata. Per tutta la giornata di oggi, in attesa del fatidico arrivo, ci saranno preghiere e canti in attesa dell'evento di Piazza Duomo alle 21, dove arriveranno Lorenzo Licitra e Peppe Arezzo (idoli di X-Factor), sul palco dopo il prete-cantautore Giosy Cento.

Dalle 13 alla mezzanotte di sabato, invece, il Comune di Piazza Armerina farà leva su "Artisti siciliani per Papa Francesco", una kermesse che vedrà alternarsi sul palco Lello Analfino, leader dei Tinturia, Pippo Barrile (ex Kunsertu), i Qbeta e Juri Camisasca. E il weekend, per chi viene a Piazza Armerina per vedere il Papa, si può allungare ancora: domenica, infatti, sono previste visite gratuite alla Villa Romana del Casale e un’edizione straordinaria del Palio dei Normanni.