Il 2020 sarà il centenario della nascita di Angelo La Vecchia e partendo da questa ricorrenza speciale la macchina organizzativa del Concorso, giunta al “lustro”, si prepara ad una edizione speciale che rappresenta una svolta importante per il Concorso canicattinese.

“Abbiamo creato una rete di coinvolgimenti internazionali –afferma il direttore artistico prof. Gero La Vecchia- che ormai è inarrestabile. Siamo orgogliosi nel potere affermare che con la lingua della poesia portiamo una ventata di pace che, viaggiando al di sopra delle umane cose, avvolge tutti i popoli”. 

Una dimostrazione di quello che afferma il prof. La Vecchia è senz’altro la missione appena compiuta dal Concorso di Canicattì in terra di Crimea. Una delegazione formata dal prof. Gero La Vecchia, dalla moglie Roberta e dal fratello prof. Riccardo, è stata invitata in un importante festival internazionale in Crimea e sotto la protezione degli “immortali” del Parnaso e la guida spirituale del viaggiatore piazzista dell’Accademia, prof. Gaetano Augello, si è concretizzata una vera e propria missione culturale di pace. “Abbiamo sfidato le sanzioni internazionali che penalizzano questa meravigliosa terra e abbiamo superato le resistenze politiche che tendono a dividere e a seminare odio e violenza” dice ancora il prof. La Vecchia “per dare un abbraccio, un sostegno, a chi semina cultura e coltiva la bellezza”.

Anche quest’anno il Ministro della Cultura del Daghestan concede il patrocinio assieme al Comune di Canicattì e al Ministero della Cultura Italiano del quale si attende la conferma. Il Concorso comprenderà diverse sezioni: Premio Angelo La Vecchia, Il Parnaso International, Il Parnaso delle diversità linguistiche locali, Comunicazione e stampa e quella un po’ “scanzonata dei “mi piace”. Confermate le sezioni straniere speciali: Rasul Gamzatov con il Daghestan, Ante Popovski con la Macedonia e Amdi Giraybay con la Crimea.

La quinta edizione del Concorso di poesia internazionale si svolgerà, come sempre, sulla pagina facebook https://www.facebook.com/concorsoparnaso/ dove già cominciano ad arrivare le poesie. Due importanti novità renderanno ancora più speciale questo concorso. La prima riguarda la creazione di una sezione speciale per la poesia “sperimentale destrutturalista” unica nel panorama poetico europeo. Tale sezione verrà coordinata dalla blogger Mary Blindflowers e si ispira ad uno dei filoni della poesia futurista del ‘900; tale sezione, che seugue un regolamento aggiuntivo specifico, si potrà seguire sul gruppo specifico https://www.facebook.com/groups/poesiasperimentale/ .

Altra novità di rilievo è la sezione internazionale “La mia lingua è la poesia” rivolta alle scuole della fascia di età che va dai 6 ai 13 anni. Tale sezione verrà coordinata dal prof. Bartolomeo Di Giovanni e partirà dopo l’avvio dell’anno scolastico. Nell’ambito di questa sezione ci sarà un premio speciale dedicato alla maestra di Canicattì Dedè Cammalleri di Canicattì scomparsa qualche mese fa a 113 anni e annoverata tra le maestre più longeve del nostro pianeta.