DUE GIORNI INTENSI DI PREMIAZIONI DELLE VARIE SEZIONI. IL 7 OTTOBRE VERRANNO PREMIATI I RAGAZZI DELLA SEZIONE SPECIALE “LA POESIA È LA MIA LINGUA”. PROBABILI PRESENZE STRANIERE.

“Una settima edizione travagliata e in ritardo” puntualizza subito il direttore artistico del Concorso internazionale, prof. Calogero La Vecchia che coinvolge oltre 25 nazioni, “Siamo arrivati ad ottobre per tanti motivi sia legati alla situazione pandemica e sia anche per intoppi personali che hanno rallentato la realizzazione delle fasi finali del Concorso”. Tutta la macchina organizzativa è già in moto con il determinante contributo dell’associazione Athena che è ormai parte integrante di tutta l’organizzazione del Concorso.

Giorno 7 ottobre alle ore 10 al teatro Sociale saranno premiati i ragazzi delle scuole del primo ciclo che sono stati selezionati da diverse giurie. “Hanno partecipato scuole di 10 nazioni diverse: Bielorussia, Brasile, Cina, Crimea, Daghestan, Italia, Macedonia del nord, Messico, Nuova Zelanda e Sud Korea. Un successo davvero insperato che ci gratifica molto”. Il direttore artistico elogia tutti i ragazzi che hanno partecipato con tanto impegno e che costituiscono la speranza del nostro futuro.

Giorno 8 ottobre si terrà la manifestazione finale generale del Concorso internazionale che ha coinvolto oltre cinquecento poeti da tutto il mondo. “La presente edizione è segnata da una parola chiave: Pace. Sono arrivate tante poesie di bambini e ragazzi sulla pace e sulla violenza della guerra” aggiunge Calogero La Vecchia “a dimostrazione della grande sensibilità dei nostri giovani”.

Assicurata la presenza “illuminante” del prof. Gaetano Augello viaggiatore piazzista dell’Accademia del Parnaso Canicattinese che riserva sempre delle sorprese che smuovono il substrato culturale nel nostro territorio con propaggini nel web.

Intanto c’è anche attesta per una presenza straordinaria che si spera possa concretizzarsi. La poetessa e traduttrice Bielorussa Olga Ravchenko sta cercando in tutti i modi di ottenere il permesso per entrare nel nostro paese. Olga Ravchenko è una grande poetessa e traduttrice poliglotta, membro dell’unione degli scrittori della Bielorussia e dell’Unione mondiale degli Scrittori nonché amica e collaboratrice del Concorso. Sempre dalla Bielorussia potrebbe anche venire la poetessa Tatiana Shpartova che ha collaborato con il Concorso come coordinatrice e giurata della sezione “Duende Lorchiano”.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia