Il ristorante "Villa Costanza" di via Pietro Bonanno a Palermo, alle pendici di Monte Pellegrino, è stato invitato al "World Luxury Restaurant Awards", una sorta di notte degli Oscar della ristorazione di lusso, che si svolgerà quast'anno a Ginevra. Delle 78 categorie presenti, il ristorante gestito dai fratelli Marco e Costanza Durastanti ha ricevuto una nomination per la categoria "Cibo di qualità, cibo sano" ed è, al momento, l'unica realtà imprenditoriale italiana presente.

La caratteristica principale che ha portato all'attenzione degli organizzatori il ristorante Villa Costanza è la scelta di un menù basato esclusivamente sulla filiera corta, con l'impiego di cibo prodotto sul territorio. Da un accordo con gli agronomi Codifas, che gestiscono l'orto urbano in via Galletti ad Acqua dei Corsari, e dalle tantissime partnership con i produttori locali di specialità della provincia, nascono i piatti del menù di Villa Costanza.

Tra le specialità del locale, il pane nero di Castelvetrano, la pizza "Ruota del carretto siciliano" fatta con vastedda di pecora del Belice e non con la mozzarella, miele di ape nera sicula, carpaccio di vacca cinisara, zucchine e pomodori datterino di Baucina, piatti a base di suino nero dei Nebrodi e conditi con l'olio evo di Biancolilla. Il ristorante utilizza solo grani antichi macinati a pietra e lievitati naturalmente. Villa Costanza può annoverare molti presidi slow food Sicilia come i formaggi e i salumi, tutti obbligatoriamente siciliani, e le mandorle di Baucina.