Ha beffato la security di San Siro e, grazie a un pass falso, è arrivato sul terreno di gioco, al termine della finale di Champions fra Real Madrid e Atletico Madrid, tanto da farsi fotografare mentre Ronaldo alza la coppa della vittoria. A compiere l'impresa è stato il siciliano Gaspare Galasso, nato a Messina, ma trapiantato a Palermo. Non è neanche la prima volta che riesce in un colpo simile: già nel 2012, infatti, si era infiltrato in mezzo ai giocatori del Napoli, premiati in occasione della Coppa Italia all'Olimpico di Roma. 

Il giovane spiega come è riuscito nell'impresa:

«Al negozio ufficiale di souvenir della Champions League ho comprato la spilla della manifestazione e un porta badge in plastica, uguale a quelli che avevo visto indossare da responsabili della sicurezza, steward e agenti. Quando mancavano due ore al fischio d’inizio ho deciso di provare a entrare, senza però essere possesso di regolare tagliando d’ingresso. Ho così deciso di usare l’ingresso riservato a forze di polizia e personale di servizio. A dire il vero gli steward hanno anche provato a controllarmi il biglietto, ma vuoi per il vestito elegante, vuoi per il passo e il tono deciso ma me la sono cavata».

A quel punto, è stato ancora più facile:

«Da lì ad arrivare al fianco dei giocatori madridisti al momento della premiazione il passo è stato non breve, brevissimo. Sono riuscito a fare 4 chiacchiere con James Rodriguez e Danilo e mi sono tolto la soddisfazione di scattarmi un selfie con il presidente Florentino Perez e Sergio Ramos».