Andava in giro, mescolandosi agli altri frequentatori della movida del sabato sera, tenendo in mano un coltello vietato, con una lama di 40 centimetri. Ameur Samir, 31enne tunisino irregolare sul territorio italiano, è stato arrestato dagli agenti della Sezione Volanti con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale e porto abusivo di coltello. Prima di essere bloccato, si è reso protagonista di atti di autolesionismo ed ha anche scagliato alcune testa e ginocchiate a un paio di agenti, dando di matto in Questura dopo essere stato ammanettato.

I fatti si sono verificati a Marina di Ragusa: al 113 è pervenuta la segnalazione di un cittadino extracomunitario che brandiva un grosso coltello e, in pochi attimi, è arrivata sul posto una voltante, che ha individuato il soggetto. Il tunisino ha prima cercato di nascondere il coltello, quindi è stato portato all'interno dell'auto di servizio: qui ha iniziato a dare testate contro l'abitacolo. All'interno degli uffici della Sezione Volanti, inoltre, ha colpito gli agenti.