Lo studio della lingua cinese in almeno 70 scuole siciliane. Luo Ping, consigliere per l’istruzione dell’ambasciata cinese in Italia, ha presenziato all’università Kore di Enna alla firma del protocollo che avvia il progetto di insegnamento in tutte le 9 province dell'isola. Parte dunque una rete coordinata dall'Istituto Confucio della Kore, l’unico a sud di Napoli, dall’Ufficio scolastico regionale di Palermo del Miur e dalla Scuola secondaria superiore Marconi di Catania.

Il progetto, presente a Enna da 13 anni, coinvolgerà decine di laureati in lingua e cultura cinese, che saranno formati dall’Istituto Confucio e dall’università Kore per gli aspetti didattici relativi ai diversi livelli scolastici, essendo previsto l’insegnamento sin dalle scuole dell’infanzia. Gli istituti scolastici attingeranno quindi dall’elenco dei laureati.

La rete di scuole diventerà non soltanto un modello organizzativo per la didattica, ma anche per la ricerca su tutti gli aspetti dell’insegnamento della lingua cinese con alunni di età e indirizzi scolastici diversi. Per dare un’idea, attualmente in Italia le scuole dove si insegna il cinese sono circa 140. La Sicilia, dunque, da sola copre un terzo del paese.