01Teatro, danza, musica, arti visive, letteratura, multimedialità. In una parola “CANTUNERA, Fucina Culturale”, nuovo spazio teatrale (ma non solo), che si inaugura nel centro storico di Palermo. Venerdì 8 Maggio la presentazione alla stampa

 

Una struttura polifunzionale aperta alla città, nella quale prenderanno vita rappresentazioni artistiche contemporanee (teatro, danza, musica, arti visive, letteratura, multimedialità), sempre con particolare attenzione al mantenimento e alla valorizzazione della musica popolare, del teatro contemporaneo e della tradizione siciliana.

Sarà una vera e propria fucina culturale, CANTUNERA, nuovo spazio che apre le sue porte alla città, presentando il cartellone artistico alle 10.30 di venerdì 8 Maggio nella sua sede, in piazzetta Monte Santa Rosalia 12, (accanto Palazzo Branciforte), prosecuzione di via Bara all’Olivella.

Un angolo culturale immerso nel centro storico di Palermo (180 metri quadrati, con palcoscenico e circa 80 posti a sedere), dove l’arte incontrerà anche il gusto. Ci sarà, infatti, anche una cucina che proporrà piatti della tradizione siciliana, guardando via via anche alle contaminazioni con le diverse culture che hanno messo radici nella nostra terra (la Spagna è il primo riferimento al quale si guarderà, facendo incontrare la musica e le espressioni artistiche di questa cultura con le sue tradizioni gastronomiche).

A dare vita a questa struttura polifunzionale, diretta artisticamente da Sara Cappello, coadiuvata dalla direzione artistica di Dario D’Oca per quel che riguarda le arti visive, è l’associazione “Città dell’Arte”, avendo voluto realizzare un progetto di rigenerazione urbana che sta attenta anche al contesto territoriale in cui è inserita. 

 

 

Un progetto, che si realizza grazie al finanziamento del 70% proveniente dalla Comunità Europea, avendo vinto l’associazione un bando (Bando PO FERS 2007/2013), che le ha consentito di ristrutturare questo spazio, in modo tale da renderlo rispondente alle esigenze del caso.

La presentazione del ricco cartellone (all’interno del quale ci sono artisti come Jerusa Barros,  Lelio Giannetto, Anna Mauro, Mari Salvato, Maria Teresa De Sanctis, Rosalia Billeci, Moschella&Mulè, ma anche i Kajorda, i Cialoma, i GuadalMedina e i ragazzi di FabLab, tanto per dare un’idea del parterre) avverrà alle 10.30 di venerdì 8 Maggio, a CANTUNERA, da parte dei due direttori artistici, Sara Cappello e Dario D’Oca, insieme a ,Pasquale Maggiore direttore generale di MCQ, società che ha curato il progetto europeo.

Saranno presenti anche gli artisti che impreziosiranno la rassegna. Gli stessi, insieme a molti altri, animeranno la serata di inaugurazione dello spazio, in programma domenica 10 maggio, a partire dalle 19.  Sempre venerdì 8, in conferenza stampa, sarà presentata la mostra fotografica di Antonio Lo Cascio, “La belle et la bete”, che apre il ciclo delle mostre.