01

La Sicilia si candida a diventare l'avamposto di internet in Italia. Molti potrebbero storcere il naso di fronte ad un'affermazione del genere, eppure questo è il dato che emerge da una ricerca effettuata dall'istituto "Tagliacarne". Le aziende siciliane hanno compreso la forza del web soprattutto a livello pubblicitario e stanno facendo del loro meglio per sfruttarla. Nell'isola, infatti, circa 14 milioni di euro ogni anno vengono dirottati su internet per quanto concerne la spesa pubblicitaria e da questo punto di vista la rete ha superato il mezzo di comunicazione da sempre più utilizzato per la pubblicità, ovvero la televisione.

Il dato siciliano è in controtendenza con quello del resto d'Italia, nel quale la tv è ancora davanti a internet. La crescita del web, seppur meno rapida, si riscontra anche fra i cittadini siciliani, che stanno imparando sempre più rapidamente a conoscere e usare la rete, anche grazie al supporto di dispositivi che consentono di avere ovunque internet a portata di mano, vale a dire tablet, smartphone e pc portatili, la cui diffusione si sta ampliando. Esistono siti dove si possono trovare codice-sconto di prodotti e servizi. Al momento i siciliani preferiscono ancora la vecchia e cara televisione per informarsi, ma il sorpasso potrebbe essere più vicino di quanto si immagini.

La micro-impresa siciliana, seguita poi dalla piccola e dalla media, ha però quasi subito deciso di puntare forte sulla tecnologia, con l'obiettivo di sfruttare l'innovazione come strumento per combattere le difficoltà economiche. La crisi, infatti, ha colpito duramente la regione, e in particolare proprio le aziende pubblicitarie, che nel quadriennio compreso fra il 2008 ed il 2012 hanno visto una caduta verticale degli investimenti, crollati addirittura del 44%. Le chiavi per uscire dalla crisi sono servizi di qualità e competitività, ed alcuni sembrano averlo compreso prima di altri.

La crisi, naturalmente, non poteva non ripercuotersi anche sui comuni cittadini, che infatti si stanno orientando in misura sempre maggiore sul web, attirati da prezzi più convenienti e dalla possibilità di confrontare i diversi prodotti alla ricerca di quello più economico. Quasi la metà dei clienti – circa il 48% – si lascia sedurre da sconti e promozioni presenti in rete e ne approfitta ogni volta che gli è possibile. Coupon e sconti hanno conquistato non solo una buona fetta di siciliani ma anche gran parte degli italiani: sono oltre cinque milioni, infatti, coloro che hanno dichiarato di averli usati almeno una volta nel corso dell'ultimo anno.

Tornando alla Sicilia, l'innovazione che passa da internet permette di cogliere opportunità che prima non esistevano. Come ad esempio un nuovo tipo di turismo, che propone tariffe scontate attraverso il web: è il caso di AirBerlin, la compagnia aerea che ha rafforzato il legame con la Sicilia, considerandola una meta turistica di importanza primaria. È di questi giorni la notizia che, a partire dal prossimo marzo, sarà attiva una nuova tratta che collegherà Vienna a Catania per due volte alla settimana. Attraverso il sito della società, poi, sarà possibile usufruire di promozioni sui voli della stagione invernale verso alcune città tedesche – come Berlino, Stoccarda, Monaco e Francoforte – e svizzere, vedi Zurigo. La Sicilia, dunque, si apre tutto l'anno ai turisti e lo fa tramite internet.

 Giulia Cantelmi