L'ultimo aggiornamento del software per l'iPhone 6 potrebbe rendere inutilizzabile lo smartphone quando rileva riparazioni che non sono state effettuate da Apple. È noto come "Error 53" e molte persone che usano i prodotti del colosso californiano lo conoscono già, ma in tanti non sanno ancora di cosa si tratta.

Il quotidiano britannico The Guardian ha spiegato che il cosiddetto "Error 53" si manifesta quando il bottone dell'iPhone che verifica l'identità (Touch ID) viene riparato da un tecnico non Apple. In particolare, il problema sarebbe legato all'ultimo aggiornamento del sistema operativo, iOS 9.

Il Guardian ha riportato il racconto del fotograto Antonio Olmos: "Quanso Olmos, che dice di aver speso migliaia di sterline in prodotti Apple negli anni, ha portato il suo telefono in un negozio Apple a Londra, il personale gli ha detto che non c'era nulla da fare e che il suo telefono era da buttare".

Apple ha spiegato al quotidiano che il software dell'iPhone controlla se le riparazioni sono state autorizzate da Apple. Come dichiarato da un portavoce:

Quando un iPhone viene riparato da un fornitore non autorizzato, schermi difettosi o altri componenti non validi che influiscono sul sensore Touch ID possono far sì che la verifica fallisca se l'accoppiamento non viene riconosciuto. Con un successivo aggiornamento uteriori verifiche di sicurezza portano all'error 53.