Diventare milionari all'improvviso, per poi ritrovarsi misteriosamente indebitati: non è di certo una cosa che si vede tutti i giorni, eppure può succedere. La vicenda, che ha dell'incredibile, ha avuto luogo in Australia, dove la signora Sue Lamb si è inspiegabilmente ritrovata sul conto corrente 10 milioni di dollari australiani (circa 7 milioni di euro).

Le reazioni potevano essere tante: fare finta di niente, fuggire con il malloppo o, come ha fatto lei, chiedere delucidazioni alla sua banca. Sue non voleva quei soldi, per un motivo ben preciso. Chi l'avrebbe mai detto che, controllando la ricevuta dei movimenti sulla carta di credito, avrebbe scoperto che sul conto erano apparsi di colpo quasi 10 milioni di dollari?

Come abbiamo anticipato, però, la signora Lamb non voleva i soldi, per motivi molto razionali: anzitutto, temeva di compiere un reato appropriandosi di quel denaro, per non parlare del fatto che qualcuno avrebbe potuto rapirla, tentare di derubarla o persino ucciderla. Si è quindi è rivolta senza esitare all'istituto di credito, la cui risposta ha dell'incredibile.

Uno dei responsabili, infatti, le ha detto: «Non c’è nulla che possa fare. Ora quei soldi sono suoi». La donna ha quindi deciso di raccontare la storia alla stampa, sperando di ottenere così una "vera" risposta dalla banca. Effettivamente, la risposta è arrivata, con tanto di sorpresa: l'istituto di credito ha spiegato che quel denaro non è mai stato disponibile e che si è trattato di un problema tecnico del bancomat.

Sul conto di Sue, però, non solo sono spariti i soldi, ma è anche spuntato un debito di 7.500 dollari. Il problema è che il debito su quella carta non può superare i 900 dollari.