La casa di don Pino Puglisi, nel quartiere Brancaccio di Palermo, apre le porte ai visitatori e diventa un museo. Si tratta del piccolo appartamento dove il parroco visse con entrambi i genitori ed in seguito da solo, fino al giorno della sua uccisione, il 13 settembre del 1993. Il museo è stato realizzato grazie ai volontari del Centro Padre Nostro, con la collaborazione dei fratelli di don Pino.

In seguito alla sua morte, la casa di don Pino Puglisi, venne abitata da altri proprietari, che apportarono significative modifiche alla struttura originara: dal mese di gennaio è diventata di proprietà dell'associazione Centro di Accoglienza Padre Nostro Onlus, che ha effettuato alcuni interventi per renderla fruibile ai visitatori.

All'interno della casa di don Pino Puglisi si possono trovare libri, indumenti, oggetti personali e paramenti liturgici appartenuti al religioso beatificato lo scorso anno: un viaggio nella memoria e nel ricordo di una figura che ha continuato ad essere molto significativa per la città di Palermo.