La foto delle sue mani ha fatto il giro del mondo scatenando una serie di domande. L'immagine è stata pubblicata su Twitter dal canottiere campione olimpionico Alex Gregory: il fenomeno britannico è rimasto per ore con i guanti fradici addosso dopo aver passato insieme al suo team settimane a vogare nel circolo polare artico.

La descrizione è tutto fuorché normale: vesciche, bolle su tutto il palmo e un'impresa interrotta non prima però di aver realizzato 11 record mondiali e raccolto i fondi per costruire una scuola in India con il suo progetto. In tanti si sono chiesti il perché di tutto questo titanico sforzo. Nel luglio 2017 è stata organizzata una spedizione (The Polar Row) con due fini: quello di attraversare il circolo polare artico da sud a nord e quello filantropico di raccogliere fondi per aprire una scuola nella regione dell'Himalaya.