Gaffe "enologica" (o forse sarebbe meglio dire "geografica") per una ditta di Cazzano di Tramigna, nel veronese: l'azienda ha commercializzato alcune bottiglie di autentico "Cannonau della Sardegna", vino a denominazione di origine rigorosamente controllata, con delle etichette in cui campeggiava l'immagine della Sicilia.

L'errore è stato segnalato a Striscia La Notizia da alcuni rivenditori sardi: Moreno Morello, inviato del tg satirico di Canale 5, si è recato presso la ditta veronese che si è occupata dell'imbottigliamento del Cannonau. Con queste parole Silvia Zanetti, responsabile marketing dell'azienda, ha giustificato quanto accaduto: «È vero, in quelle etichette c’è un errore. Si è trattato di un problema di stampa, un refuso che comunque abbiamo già provveduto a rimediare, infatti nelle nuove bottiglie c’è giustamente la Sardegna e non più l’immagine sbagliata della Sicilia».

Morello ha quindi risposto con una battuta: «Ci viene quasi il dubbio che, per confondersi sull’isola da mettere sulle etichette, il tipografo possa essersi bevuto il vino che c’era nelle bottiglie…». La responsabile marketing ha replicato con un sorriso e l'inviato ha deciso di farle un ironico omaggio: «Le lascio in dono un etilotest, magari lo fa avere al vostro tipografo per la prossima volta…».