La Sicilia brucia ancora: le squadre antincendio hanno lavorato per la nottata e per buona parte della mattinata a Chiaramonte Gulfi (provincia di Ragusa), su due fronti di fuoco. Secondo quanto riportato dal Corriere di Ragusa, non c'è dubbio in merito alla natura dolosa dei roghi, perché le fiamme sono state appiccate in diversi punti e in piena notte. In pieno territorio boschivo, a "Cava Acqua"  sono stati contati sei punti fuoco, mentre in contrada Cassarello, c'erano tre focolai.

Alle prime luci dell'alba, vista la mancanza di vento, si era formata sulla vallata dell'Ippari una densa coltre di fumo: durante il giorno sono intervenuti due canadair, che hanno eseguito diversi lanci d'acqua. Alle nove del mattino l'incendio in contrada Cava Acqua era del tutto spento.