Lavoro Sanità Sicilia, ci sono buone notizie. Dopo Pasqua verranno pubblicati 4 maxi bandi per un totale di almeno 1700 posti di lavoro. Di questi, mille riguarderanno ad aspiranti infermieri, mentre 700 agli operatori socio sanitari.

L’Assessorato alla Sanità, inoltre, ha spiegato che verranno annullate le vecchie graduatorie, risalenti a 12 anni fa. Queste sono ancora valide in casi di necessità. Le nuove graduatorie daranno la priorità ai siciliani emigrati per lavorare.

Lavoro nella Sanità in Sicilia, i dettagli

Le nuove opportunità di lavoro Sanità Sicilia, dunque, vogliono anche dare l’opportunità ai professionisti siciliani di tornare sull’isola. Così si fa fronte alla mancanza di personale che riguarda alcune aziende ospedaliere locali. Una pratica, messa in atto, ad esempio, dall’Ospedale San Marco di Catania. Con la mobilità interregionale, 150 torneranno a lavorare in Sicilia.

I concorsi legati ai maxi bandi partiranno quando le aziende ospedaliere forniranno i dati necessari a definire il fabbisogno in termini di risorse. Saranno dunque quattro i concorsi in Sicilia per lavorare nella Sanità: due per operatori e due per infermieri.

Stando alle prime indiscrezioni, il bando dovrebbe essere gestito da un ospedale o una Asp. Questa provvederà in seguito a pubblicare una graduatoria, alla quale le aziende attingeranno per coprire i posti vacanti. Qualora rimanessero posti scoperti, verrebbero rimessi a bando per tutti.