Le donne intelligenti sono un problema per gli uomini, che sentono ansia e disagio e per questo preferiscono scappare. Sono le conclusioni, in estrema sintesi, alle quali è giunta un'équipe di scienziati delle University of Buffalo e University of Texas di Austin, in un lavoro appena pubblicato sulla rivista "Personality and Social Psychology Bulletin": secondo i ricercatori, gli uomini, pur essendo attratti da donne intelligenti, ne temono il confronto. E alla fine preferiscono quelle meno brillanti.

Gli scienziati hanno proposto due scenari differenti a 105 uomini eterosessuali. Nel primo, hanno chiesto di immaginare un appuntamento romantico con una donna, offrendo la possibilità di scegliere tra un partner più o meno bravo nel risolvere problemi di matematica: la maggior parte degli uomini ha risposto di preferire le donne più intelligenti. Fin qui, nulla di strano: "Gli uomini hanno mostrato un atteggiamento positivo e un maggiore interesse romantico nei confronti di donne dotate di maggiore intelligenza", riporta lo studio.

La resa dei conti, però, è arrivata nella seconda parte dell'esperimento. Ai partecipanti è stato fatto completare un test di intelligenza. Poi è stato detto loro che avrebbero incontrato una donna che aveva superato il test con un punteggio più alto: gli uomini "si sono rivelati più freddi e distanti, l'hanno valutata meno attraente e hanno mostrato meno desiderio di stabilire un contatto emotivo con lei".

La ragione starebbe nel fatto che gli uomini avvertono l'interazione con una donna più intelligente come una pericolosa minaccia alla propria mascolinità. E alla fine trovano più comodo e rassicurante lasciarsi cadere tra le braccia di una partner che percepiscono inferiore dal punto di vista intellettuale.