Metti una sera a cena senza cellulare. Per combattere la sempre più diffusa abitudine di prestare più attenzione agli smartphone che ai commensali, in un ristorante di Licata è stata proposta una singolare iniziativa. Queste le regole: 14 persone che non si conoscono si siedono allo stesso tavolo e scelgono il vino insieme; le portate sono posizionate al centro, in modo che i presenti se le passino vicendevolmente ed interagiscano; la condizione fondamentale è una: i telefoni vanno lasciati in alcune ciotole.

Lo scopo è quello di fare socializzare i commensali (di fronte ad un buon piatto, è più facile fare amicizia), attraverso un particolare esperimento sociologico a tavola. Come Ha spiegato uno dei responsabili del ristorante ad AgrigentoToday, l'idea della cena senza cellulare è nata in contrapposizione alle classiche scene che si vedono quotidianamente in ogni locale: intere comitive sedute insieme, che non comunicano tra di loro, ma che riservano tutte le loro attenzioni agli smartphone.

Presto sui contenitori per i telefoni posizionati sui tavoli comparià l'adesivo "Liberi dal cellulare, liberi di parlare" e verrà anche messa a disposizione dei clienti una lista di argomenti particolari da prendere come spunto. Sembra che la proposta sia piaciuta ai commensali: qualcuno, dopo la cena senza cellulare, si è anche scambiato il numero.