È stata uccisa a Pescara una 26enne nel corso di una violenta lite con l'ex ragazzo. Al culmine dell'alterco, il ragazzo di 32 anni avrebbe afferrato un coltello e avrebbe colpito la giovane fino a ucciderla. Davide avrebbe poi tentato il suicidio con la stessa arma ma, dopo essere stato ricoverato in codice rosso, è riuscito a salvarsi. Per Jennifer, invece, non c'è stato niente da fare.

A chiamare i carabinieri è stato un vicino di casa, allarmato dalle urla della madre della giovane che era accorsa in aiuto della figlia. Le indagini sono state affidate ai carabinieri del nucleo investigativo di Pescara, diretti dal maggiore Massimiliano Di Pietro. Il giovane potrebbe essere trasferito in caserma per essere ascoltato.