Lizzie Velasquez aveva solo 17 anni quando scoprì un video dove veniva definita "la donna più brutta del mondo". Su YouTube di filmati beceri ce ne sono tanti, come questo. L'intervista della giovane all'Huffington Post fa davvero riflettere sul senso della vita. 

Originaria di Austin, in Texas (Stati Uniti), la ragazza ha dimostrato che con il giusto atteggiamento mentale puoi trasformare l’odio degli altri in una forte spinta motivazionale. Dopo aver subìto bullismo in giovane età, adesso la 26enne Velasquez attraversa il mondo con i suoi discorsi anti-bullismo, insegnando agli spettatori come costruire e mantenere la sicurezza e la fiducia in se stessi.

Lizzie Velasquez è una delle tre persone al mondo ad essere affette da sindrome neonatale progeroide, una rara patologia che le rende impossibile prendere peso (non ha mai pesato più di 29 chili), le ha causato invecchiamento precoce e l'ha resa cieca da un occhio.

"Crescere in questo modo è stato fondamentale per me: quando andavamo in vacanza i miei cugini, gli zii e le zie e tutti gli altri, mi facevano sentire semplicemente Lizzie", ha raccontato. "Non mi hanno mai riservato un trattamento diverso, né attenzioni particolari. Mi hanno sempre trattata come chiunque altro. Avere queste basi e ricevere un simile supporto dalla mia famiglia è stato immenso", chiosa la leader motivazionale.