MESSINA – "Uno dei problemi della Sicilia è quello dell'obbligatorietà dei vaccini. È andata sotto i parametri che aveva raggiunto per i livelli essenziali di assistenza, nello specifico 160 punti proprio per le vaccinazioni obbligatorie anche per il morbillo". Lo ha detto il ministro della Salute Beatrice Lorenzin a Messina dopo aver inaugurato i nuovi reparti dell'Irccs Centro Neurolesi Bonino. "Questa situazione è un'emergenza che mette a rischio la salute di un'intera collettività oltre che dei bambini siciliani. Su questo ora stiamo lavorando. Vogliamo ampliare le vaccinazioni obbligatorie. Tutte le vaccinazioni inserite nel piano nazionale vaccini sono necessarie e utili per la salute pubblica e delle persone. Per l'obbligatorietà scolastica amplieremo il plafond delle vaccinazioni", ha aggiunto il ministro.

Sul metodo per la definizione del piano commenta: "Lo farà il ministero della salute sentito il consiglio superiore di sanità e l'Istituto superiore di sanità, perché queste sono scelte che non vengono fatte in ambito politico, ma scientifico-sanitario su indicazione degli esperti che sono quelli che ci devono dire quando la salute pubblica viene messa a rischio. Il modello che abbiamo pensato è flessibile con una lista che viene aggiornata ogni due anni anche per poter valutare il cambio dell'epidemiologia e l'insorgenza di nuove epidemie. Ci metteremo d'accordo con il ministro dell'Istruzione".