Un distributore di preservativi fatale. Detta così potrebbe anche sembrare l'attacco di un cinepanettone, o comunque di una pellicola trash, eppure la faccenda è molto seria. Una vera e propria tragedia. In tre hanno cercato di svaligiare un distributore automatico di preservativi facendolo esplodere, ma lo scoppio è avvenuto prima del previsto e uno di loro è morto.

Protagonisti del tragico tentativo di furto tre tedeschi di Schöppingen, nella regione del Reno-Westfalia. La vittima è un ragazzo di appena 29 anni, il quale, insieme a due complici, ha tentato di far saltare in aria un distributore di condom con una bomba fatta in casa. Dopo aver posizionato l'ordigno tutti e tre sono corsi verso la macchina per ripararsi, ma uno di loro non ha chiuso in tempo la portiera ed è stato colpito alla testa da una scheggia d'acciaio. I suoi complici lo hanno portato in ospedale, dove è però deceduto a causa delle gravi ferite riportate.

Gli uomini hanno detto ai medici che il loro amico era caduto dalle scale, ma non sono riusciti a convincere nessuno; alla fine hanno dovuto ammettere fuori dai denti di aver fatto saltare in aria il distributore di preservativi a scopo di furto. Sull'incidente è stata aperta un'inchiesta. La polizia, tra l'altro, ha appurato che né i soldi né i condom sono stati portati via dalla scena di quella che è diventata, a tutti gli effetti, una paradossale "scena del delitto".