Blitz anti-mafia nella notte. Ben 62 persone arrestate, due cosche mafiose di fatto azzerate: è il bilancio dell’operazione condotta dai Carabinieri di Palermo ribattezzata Brasca- quattro.zero. Sequestrati beni immobili e attività commerciali.

Vecchi padrini, ma anche volti nuovi della mafia palermitana: l’operazione dei carabinieri ha portato all’arresto di 62 persone accusate a vario titolo di associazione mafiosa, estorsione, danneggiamento, ricettazione. Un blitz scaturito da due diversi filoni di indagine e che interessa i mandamenti di Villagrazia-Santa Maria di Gesù e quello di San Giuseppe Jato, e che ha portato all’arresto tra gli altri anche di Mariano Marchese, 77 anni, fedelissimo di Totò Riina e alla guida del mandamento proprio di Villagrazia, e Gregorio Agrigento, 81 anni, legato ai Brusca di San Giuseppe Jato.

Gli altri finiti in manette sono gregari, e colonnelli dei due anziani padrini. Dalle indagini emerge un controllo capillare sul territorio da parte dei due anziani capimafia e dei loro uomini. Bloccati sul nascere e prima di essere portati a compimento almeno due progetti di omicidio, stoppata anche la scalata ai vertici di Cosa Nostra da parte di un fisioterapista a domicilio, descritto nelle intercettazioni come "un soldato diventato generale", che a Monreale aveva messo le mani sul 60% dei lavori edili sia nel settore pubblico che privato.

IL VIDEO:


ECCO I NOMI DI TUTTI GLI ARRESTATI

Custodia cautelare in carcere per: Gregorio Agrigento, Antonino Alamia, Ignazio Bruno, Onofrio Buzzetta, Pietro Canestro, Giovanbattista Ciulla, Giuseppe D'Anna, Sergio Denaro Di Liberto, Giovanni Di Lorenzo, Andrea Di Matteo, Antonino Giorlando, Giuseppe Giorlando, Giovanni Battista Inchiappa, Umberto La Barbera, Giovanni Battista Licari, Tommaso Licari, Domenico Lo Biondo, Andrea Marfia, Pietro Mulè, Tommaso Pipitone, Erjon Prendi, Nicola Rinicella, Giuseppe Riolo, Giuseppe Serbino, Girolamo Spina, Giuseppe Tartarone Buscemi, Salvatore Terrasi, Girolamo Vassallo, Antonino Adelfio, Filippo Adelfio, Antonino Capizzi, Benedetto Capizzi, Pietro Capizzi, Salvatore Maria Capizzi, Antonio Carletto, Pietro Di Blasi, Stefano Di Blasi, Fabrizio Di Costanzo, Francesco Di Marco, Gaetano Di Marco, Fabrizio Gambino, Alfredo Giordano, Giuseppe Greco, Antonino Macaluso, Mariano Marchese, Giovanni Messina, Antonino Pipitone, Santi Pullarà, Gregorio Ribaudo, Mario Taormina, Giovanni Tusa.

Ai domiciliari: Vincenzo Adelfio, Salvatore Di Blasi, Gaspare La Mantia, Girolamo Mondino, Nicolò Salerno, Ettore Raccuglia, Giuseppe Corsale, Vincenzo Ferrara, Marco La Vardera, Sebastiano Andrea Marchese, Saverio Zinna.