I carabinieri del Ros e del comando provinciale di Trapani hanno eseguito un decreto per il sequestro, emesso dal tribunale di Palermo nei confronti di Gaetano Riina, 84 anni, recluso in carcere a Torino per i reati di associazione per delinquere di stampo mafioso ed estorsione aggravata. Sono stati posti sotto sequestro un appartamento e conti correnti, per valore di 600mila euro.

Gli uomini dell'Arma, nello specifico, hanno sequestrato un appartamento di 10 vani a Mazara del Vallo, intestato alla figlia di Riina, Maria Concetta, e 7 rapporti bancari e assicurativi, riconducibili al nucleo familiare. L'indagine patrimoniale – hanno spiegato i carabinieri – ha consentito di accertare una evidente sperequazione tra i redditi dichiarati da Riina e il valore dei beni a lui intestati o comunque a lui riconducibili.