"Ci sono tante donne che molestano, io non sono dalla parte delle donne in quanto tali. È vero anche che a 17 anni non ti dovrebbe fare così schifo la materia, chiamiamola così. A 17 anni sei grandicello, Asia Argento è anche una bella donna. Che problemi ha questo Jimmy Bennett?". A parlare in un'intervista a "Libero" è Marina La Rosa, ex volto siciliano del Grande Fratello. A 18 anni dal suo ingresso nella casa più spiata d’Italia è mamma di due figli, avuti dal marito Guido Bellitti, e fresca di una laurea in psicologia.

La famosa 'gattamorta', parlando del movimento #MeToo, dice: "Non vedo il senso di parlare di molestie dopo 20 anni. Anche io ho subito molestie, ma dopo così tanto tempo è un capitolo chiuso. Mi è successo sia quando ero conosciuta sia prima di fare il Grande Fratello. Io non ci sono stata perché non mi andava, perché decido io con chi avere rapporti o meno. In questo modo sto bene con me stessa. Tutte le battaglie sono giuste ma non mi piace parlare di battaglie femministe. Se non ti sei scandalizzata nel momento stesso in cui ti è capitato, allora basta".

Marina La Rosa difende anche il regista Fausto Brizzi: "C’è stato un momento in cui tutte nel mondo dello spettacolo improvvisamente erano molestate, e in quel caos ci è finito pure Fausto Brizzi che io conosco ed è una persona carina. Bisogna distinguere le molestie dalle avance. Purtroppo c’è l’ offerta". 

L'ex gieffina conclude: "Non faccio tv, ma vivo lo stesso. Mi hanno proposto il Grande Fratello Vip. Ho fatto finta che cadesse la linea. Ma l’opinionista del Grande Fratello, quello tradizionale, la farei. Non ho niente contro Barbara d’Urso, mi piace, ma l’ultima edizione l’ho trovata oscena. Parlarne in tv mi divertirebbe anche perché conosco bene il format e i suoi meccanismi".