Sarà l’attrice Miriam Leone, madrina della XVI edizione del Festival internazionale del cinema di frontiera di Marzamemi, a inaugurare questa sera la kermesse in programma fino al 31 luglio nel borgo marinaro. L’appuntamento è alle 19 nel cortile di Villadorata dove, nell’ambito della sezione Chiacchiere sotto il fico, l’attrice siciliana parteciperà al saluto e alla presentazione della XVI edizione del Festival.

Seguirà, alle 19.30, l’incontro con il regista Roberto Andò per la presentazione del film "Le confessioni" e del libro omonimo a cura di Marco Olivieri con fotografie di Lia Pasqualino. Alle 21, sul palco principale, quello di piazza Regina Margherita, dopo l’inaugurazione ufficiale del Festival sarà proiettato il primo lungometraggio in concorso: "Sonita" di Rokhsareh Ghaem Maghami (Germania/Iran/Afganistan, 2015, 91'). Film documentario, "Sonita" racconta la storia di una giovane donna che sogna di diventare una cantante rapper. Sonita Alizadeh, rifugiata afghana a Teheran, è una ragazza fiera, orgogliosa e dotata di una tenacia che la porta a inseguire i suoi ideali con una forza e un’energia ammirevoli.

Alle 23, sempre in piazza Regina Margherita, fuori concorso sarà proiettato il film "Le Confessioni" di Roberto Andò (Italia/Francia 2016, 100'). Sarà inaugurato anche il focus Sicilia/Sicilie, rassegna di film siciliani, non solo documentari ma anche di finzione, con "Gramsci 44" di Emiliano Barbucci (Italia 2015, 66') e "Beniamino in paradiso" di Vladimir Di Prima (24'), proiettati nel cortile di Villadorata.