Una maxi-truffa milionaria con il gasolio agricolo che ha portato alla denuncia di ben 636 persone residenti nelle province di Caltanissetta, Enna, Agrigento, Catania e Ragusa. A scoprirla sono stati gli uomini della Guardia di Finanza di Caltanissetta. Tutto ruotava intorno all'illecita attività commerciale del titolare di un deposito di carburanti che con la collaborazione dei suoi dipendenti destinava ad attività e usi diversi il gasolio agricolo.

Il responsabile del deposito di carburanti e i suoi soci d'affari sarebbero responsabili di un'evasione fiscale di circa 5 milioni di euro di accise e di oltre 2 milioni di euro di Iva anche attraverso l'emissione di fatture per operazioni inesistenti per un consumo in frode di circa 14 milioni di litri di gasolio agricolo agevolato.