maxievasione fiscale in sicilia

Maxievasione fiscale in Sicilia: nella lista degli indgati (circa 800), che Rosario Crocetta e il presidente di Riscossione Sicilia Antonio Fiumefreddo hanno consegnato alla Procura della Repubblica, spuntato anche i nomi di politici famosi e noti imprenditori. 

Maxievasione fiscale in Sicilia

Grazie agli accertamenti effettuati dall'Agenzia delle Entrate, risulta che i fondi sottratti al Fisco ammontano almeno a un miliardo di euro. Cifra che adesso andrebbe recuperata dalla partecipata regionale. All'interno della lista consegnata alla Procura da Rosario Crocetta, il nome che più di tutti spicca è senza dubbio quello dell'ex capogruppo dell'Udc all'Ars, Rudy Maira, che risulta debitore nei confronti di Riscossione per 5 milioni. Invece Alberto Acierno, ex deputato dell'Msi, deve all'incirca un milione e mezzo. 

Gli altri indagati

Tra gli altri indagati, conivolti nel reato di  maxievasione fiscale in Sicilia, spuntano altri scoppiettanti nomi, quali: Gianni Lapis (tributarista palermitano che deve a Riscossione 700 mila euro), i due notai Antonino Pusateri (di Agrigento) e Sergio Marciano (di Siracusa), che devono rispettivamente 3,2 milioni e 742 mila euro. Sempre a Siracusa, l'avvocato Luciano Puzzo e il commercialista Guglielmo Drago sono debitori con il Fisco per 937 mila e un milione di euro.