Tante le novità contenute nell'Atto di indirizzo per il rinnovo della convenzione di medicina generale, che il Comitato di settore Governo-Regioni approverà oggi. Tra le più importanti ci sono sicuramente quelle che riguardano l'apertura degli studi medici dalle ore 8 alle ore 24 (cioè per 16 ore), 7 giorni su 7, e l'eliminazione delle file per pagare il ticket e prenotare visite ai Cup (perchè si potrà fare tutto nello studio medico. Nelle ore notturne, inoltre, entrerà in campo il 118.

La novità più significativa è dunque quella che assicura agli assistiti la disponibilità del medico per 16 ore al giorno: una continuità assistenziale che dovrà essere garantita dalle 8 del mattino alla mezzanotte da medici di famiglia e guardia medica (ormai assimilati in un ruolo unico).

Nelle ore notturne, quando le chiamate per medico si limitano in media ad una a due, ad assistere ci penserà il 118. Una ''staffetta che consente di avere più medici disponibili nell'arco della giornata, andando a coprire anche fasce orarie come quelle delle 8 alle 10 del mattino o del primo pomeriggio, dalle 14 alle 16, oggi meno coperte. E che generano così intasamenti nei pronto soccorsi a discapito di chi ha una vera emergenza", spiega il segretario del sindacato dei medici di medicina generale Fimmg, Giacomo Milillo.