Brutta disavventura per la ex moglie di un medico catanese, che al ritorno da un viaggio ha scoperto che il suo appartamento era stato svaligiato. Le modalità del furto, però, hanno lasciato intuire che i ladri conoscessero bene l'abitazione e le abitudini del proprietario. Così, è emerso che a commissionare quel furto era stato l'ex marito della donna, un medico, che si era rivolto ad alcuni "professionisti del settore".

Così sono scattate le manette per Luca Nicolosi, 39 anni, che ha confessatoi tutto agli agenti della squadra mobile della Questura, che conoscevano già movente e dinamiche, emersi durante un'intercettazione. Insieme a lui c'erano due complici, che avevano ricevuto precise indicazioni dall'ex marito della vittima.

Mentre due malviventi facevano da "palo", Nicolosi si impossessava di gioielli e monili in oro, nonché di 6 mila euro in contanti. Il 39enne è stato associato presso il carcere Piazza Lanza di Catania, mentre nei confronti dell’ex marito e degli altri esecutori materiali del furto è stato notificato avviso di conclusione indagini per concorso nel medesimo reato.