Incastrato da "due birre" che, nel suo codice, equivalevano a due dosi di cocaina. Sono scattate ieri le manette per il messinese Antonino Angioletti, volto già noto alle forze dell'ordine. Lo scorso 12 giugno era stato trovato in possesso di 2,5 grammi di cocaina ed era stato denunciato, ma martedì sera è stato sorpreso dagli agenti della Squadra Mobile a lanciare dal balcone di casa un pacchetto di sigarette appallottolato, che conteneva due involucri da 0,61 e 0,59 grammi di droga ciascuno.

Il prezzo per le due dosi era di 100 euro: i soldi sarebbero stati lasciati nel vaso di una pianta sotto casa di Angioletti. In seguito a una perquisizione sono state rinvenute altre due dosi di cocaina, sostanze da taglio e 840 euro ritenuti di provenienza illecita. L'uomo, arrestato per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti, sarà giudicato con rito direttissimo.