GELA (CALTANISSETTA) – Minaccia la moglie su WhatsApp inviandole la foto di un coltello, poi la polizia scopre e sequestra un arsenale composto da 12 fucili da caccia, una pistola e un coltello a serramanico. È avvenuto in un'abitazione centro storico di Gela, in provincia di Caltanissetta. 

Le armi sono di un operaio di 43 anni, originario di Vittoria, che avrebbe minacciato di incendiarecasa se la moglie non lo avesse raggiunto in camera da letto. La donna ha invece radunato i figli e si è rifugiata da una vicina di casa. Gli agenti del commissariato di Gela hanno trovato le stanze a soqquadro, i 12 fucili da caccia, uno dei quali appartenente a un'altra persona, e in camera da letto, nella federa del cuscino, il coltello fotografato.

L'operaio è stato denunciato per detenzione abusiva di fucile e coltello e minaccia grave.