mirtilliSecondo gli esperti delle malattie urologiche, bere del succo di mirtillo tutti i giorni aiuterebbe i soggetti predisposti alle infiammazioni della vescica a prevenire eventuali ricadute.
 

In uno studio olandese, infatti, sono state monitorate delle donne alle quali veniva somministrata una piccola dose giornaliera di mirtillo. Parallelamente veniva monitorato un altro campione di donne che utilizzavano direttamente un antibiotico, sempre per prevenire le infezioni al tratto urinario.

I risultati sono stati sorprendenti.
L'antibiotico era sì più efficace, ma allo stesso tempo causava una marcata resistenza ai farmaci.
Il succo o l'estratto di mirtillo, invece, agisce diversamente. Non uccide i batteri, ma li fa scivolare più facilmente via attraverso le urine.

Tecnicamente servono 500 mg di estratto di mirtillo, anche in pillola, da assumere due volte al giorno per prevenire le infezioni del tratto urinario.

Attenzione: coloro che assumono farmaci come la warfarina devono stare particolarmente attenti perchè potrebbero andare in contro ad emorragie. Attenzione anche ad eventuali altri antitrombotici.

 

Autore | Viola Dante, Immagine | print-textures.com