A circa 20 km dalla città di Ragusa sorge il Castello di Donnafugata. 

Il nome Donnafugata deriva dall’arabo “Ain-jafat” e significa “Fonte di salute”. 

Non so se lo avete mai visto, in questo palazzo sono state girate alcune scene del Commissario Montalbano o del Gattopardo di Visconti.

La leggenda racconta che alla morte di Martino I, ultimo re aragonese (della sua morte insolita ne ho già parlato nella leggenda du zzi vasa vasa), la regina Bianca di Navarra, ancora bella e giovane rimase sola.

Di lei si invaghì il vecchio Bernardo Cabrera, conte di Modica.

Bianca non ne volle assolutamente sapere, addirittura si racconta che lo rifiutò dicendogli “va via vecchio rognoso” ma lui si incaponì ancora di più ed iniziò a perseguitarla per tutta l’isola fino a quando non la rapì e la rinchiuse in un palazzo vicino Ragusa.

La donna però riuscì a scappare attraverso delle gallerie che conducevano nelle campagne che circondavano il palazzo.

Ecco perché il castello si chiama Donnafugata.

Se proprio dobbiamo essere pignoli, c’è da dire che la regina Bianca visse intorno al XIV secolo ed il palazzo è stato costruito nel 1800.

Ma come sempre noi sorvoliamo su queste cose, perché la leggenda ha sempre ragione! 

😉 

Di Alessandra Cancarè 

Foto di Vincenzo Cicchirillo

http://dovevisseroglidei.blogspot.com/