Fino a domenica 25 il Museo del Costume e della Moda Siciliana di Mirto apre le porte di Villa Palagonia, a Bagheria, per una mostra di abiti originali del Settecento e Ottocento. La selezione di capi è a cura dell’architetto Giuseppe Miraugo, direttore del museo.

“Vestiture del Regno di Sicilia – La collezione di abiti d’epoca di Mirto a Villa Palagonia” propone i costumi più prestigiosi del Museo del Costume e della Moda Siciliana dal Settecento fino alla fine dell’Ottocento.

A promuovere e organizzare l’evento è l’associazione di promozione sociale “In Sicilia” in collaborazione con il Comune di Mirto e con il supporto delle associazioni Officine del costume di Roberta Barraja e Termini d’Arte di Rita Elia. La madrina d’eccezione del Museo, inaugurato nel 1993, è l’attrice Maria Grazia Cucinotta. La collezione è arricchita dal otto abiti di grande manifattura della collezione del professore Melchiorre Milco Dalacchi.

Grazie alla mostra si possono ammirare abiti Adrienne o Robe à la français tipici del Settecento coi famosi panier dai tessuti pregiati come i broccati e le sete ma pure abiti da gran sera appartenuti a nobildonne siciliane provenienti da importanti casate.

Non mancano gli abiti del 1860 che richiamano i fasti gattopardiani, abiti da gran corte con galloni che rievocano l’unità d’Italia e perfino una rara camicia rossa di un garibaldino mirtese che prese parte alla battaglia di Milazzo. Ci sono anche livree di note famiglie come Bordonaro, Schisò, Torricilli, Natoli, Rinaldi Gaetani e ancora corpetti, un abito arbëreshë ed altri accessori.

Moda siciliana in mostra, biglietti e orari

Il biglietto ha un costo di 5 euro e permette anche, con 1 euro in più, la visita serale ad alcune ale della Villa generalmente chiuse al pubblico (dai giardini alla splendida Sala degli Specchi e le altre sale del piano nobile, quest’ultime aperte in occasione dell’esposizione e solitamente non visitabili).

È possibile prenotare una visita serale guidata (durata 45 minuti) solamente nelle giornate del 9, 10, 16, 17, 23 e 24 novembre (i venerdì e i sabato) in due turni: 20.30 e 21.30. È necessario prenotare le visite serale chiamando il numero 329 2160074.