Moira Orfei n'è andata in silenzio, prima di uno spettacolo del suo amato circo, e il figlio Stefano ha deciso di dedicarle una commovente lettera, pubblicata dal settimanale 'Chi'.

Ecco il testo:

Ero in farmacia – si legge – Ero andato per comprarti una crema per il viso. Ti avevo appena lasciata nel tuo caravan, sorridente, bella. Noi del circo, ogni mattina, per usanza, appena svegli, corriamo dalla mamma a darle il buongiorno. E poi lei, di solito, ci impartisce gli ordini per la giornata. Domenica scorsa mi avevi chiesto di prenderti una crema di bellezza. Mentre ero in farmacia, ho ricevuto una telefonata: 'Stefano, torna. La mamma se n'è andata'. L’impatto di quelle parole non lo scorderò mai. Quando sono arrivato nel tuo caravan, ho visto il tuo volto ed era sereno. Te ne sei andata senza soffrire. Ti sei semplicemente appisolata.

Quando a Brescia abbiamo dovuto comunicare che non saresti uscita per salutare il pubblico perché non c’eri più, ci sono stati dieci minuti di applausi. Tutti erano in piedi, con me in lacrime. Il dolore ora resta a noi e ai tuoi amici. Lavoravi sempre, mamma, non ti fermavi mai. Durante i nostri spettacoli uscivi sul tuo Maggiolone per ringraziare il pubblico due volte al giorno. 'Senza di loro noi non siamo niente', ripetevi. Avevi ragione. In molti hanno scritto che senza di te il circo è morto e queste parole ti regalano il posto che meriti nell'arte circense. Ripetevi sempre: 'Continuate a fare il circo, perché mi sono fatta in quattro!'. Continueremo la tua opera. E con noi ci sarà anche il tuo caravan.