Aumentano i casi di morbillo in Sicilia. In generale, in Italia sono stati registrati 2248 casi, di cui 126 nel mese di luglio e 66 nel mese di agosto, e l’88,5% dei casi si è verificato in sette regioni. Tra queste, il più elevato numero di episodi appartiene alla Sicilia (1116), seguita da Lazio (230), Calabria (172), Campania (164), Lombardia (148), Emilia Romagna (88) e Toscana (72). Stando a questi dati, la Sicilia ha riportato l’incidenza più elevata, con 333 casi per milione di abitanti.

Morbillo in Sicilia: i dati ufficiali

Il bollettino sulla malattia dell’Istituto Superiore di Sanità spiega che in Sicilia sono purtroppo avvenuti due decessi: si tratta di una persona 51 anni e di una 29 anni, della provincia di Agrigento e Caltanissetta. In entrambi i casi a causare il decesso è stata una grave insufficienza respiratoria e/o arresto cardiaco circolatorio.

Entrambe le vittime non erano vaccinate al momento del contagio, ma l’Asp di Palermo ha sottolineato che entrambe le persone erano già gravemente a rischio e che sono decedute per complicanze da morbillo.

“Entrambi i soggetti – si legge – la cui morte è avvenuta per arresto cardiocircolatorio, non erano vaccinati e presentavano, al momento dell’infezione, alcune patologie di base che ne compromettevano il sistema immunitario. I casi sono stati resi noti adesso poiché, nonostante la sorveglianza preveda l’aggiornamento degli esiti a distanza di 30 giorni dalla segnalazione, a volte l’accertamento della causa di morte può richiedere tempi più lunghi”.

Per quanto riguarda i dati relativi a tutta l’Italia, L’età mediana dei casi è stata pari a 25 anni. Il 91,1% delle persone con morbillo non era vaccinato al momento del contagio, il 5,5% aveva effettuato una sola dose.  Sono stati segnalati 429 casi in bambini di età inferiore a 5 anni, di cui 138 avevano meno di 1 anno. Il 48,9% dei casi ha sviluppato almeno una complicanza  e il 59,4% dei casi totali è stato ricoverato. Sono stati segnalati 98 casi tra operatori sanitari, di cui 52 con complicanze (53,1%).