PALERMO – Non ci sono dubbi da chiarire a proposito della morte di Luca Giacoletti (leggi qui), il ventenne palermitano campione di nuoto che sabato pomeriggio è annegato nel mare dell’Addaura a Palermo.

Come riferisce il "Giornale di Sicilia", non è stata neppure disposta l’autopsia: la salma è stata già restituita ai parenti per i funerali nella chiesa Gesù Maria Giuseppe, in piazza della Parrocchia, nei pressi di via Ausonia.

Sui social tutti ricordano la vittima come "un campione", un "nemico in vasca, ma un amico nella vita", come un ragazzo "educato e leale sempre sorridente e rispettoso".