All'età di ben 98 anni è morto Michael "Jim" Delligatti, l'inventore del Big Mac, il panino mangiato da milioni di persone ogni giorno. La sua creazione negli anni è diventata persino un indice economico per paragonare i poteri d'acquisto tra i vari paesi.

Quando Jim Delligatti inventò il Big Mac nel lontano 1967, non poteva immaginare un successo del genere. Originario della Pennsylvania, negli Stati Uniti, Deligatti ha fatto il suo ingresso nel mondo dei fast-food nel 1957 con l'idea di creare una sua catena di ristoranti, ma si è successivamente lasciato convincere da McDonald's ad aprire un franchising con loro. E così nel suo ristorante di McKnight Road, nelle vicinanze di Pittsburgh, ha trovato la ricetta magica per quello che sarebbe entrato nella storia come il Big Mac, uno dei panini più famosi di tutti i tempi. 

Delle sue creazioni da 540 calorie l'una Jim ha continuato a nutrirsi per tutta la sua vita, "almeno una volta alla settimana", come ha raccontato il figlio Michael. E alla domanda sul perché della scelta del nome "Big Mac", lui ha sempre risposto che semplicemente quelle due parole accostate lo facevano ridere.