Indagati 17 medici a Catania per la morte di Chloé Anna Guglielmino, deceduta a soli 11 mesi dopo una diagnosi di invaginazione e quattro mesi di coma. I sanitari, secondo l'accusa, avrebbero avuto un ruolo nella vicenda che ha portato alla morte della bimba. Il magistrato inquirente, inoltre, ha chiesto con urgenza nella richiesta di incidente probatorio lo svolgimento dell'autopsia e l'analisi di tutta la documentazione clinica e degli atti di indagine.

Gli elementi serviranno al pm per capire se richiedere o meno il rinvio a giudizio degli indagati che, secondo la denuncia della famiglia, non avrebbero fatto tutto il necessario. Saranno gli approfondimenti del caso a fare maggiore chiarezza sulla vicenda. La situazione è "molto delicata, c'è un'indagine in corso" ha detto il direttore generale del Garibaldi Giorgio Santonocito, "ci sono fatti che si devono ancora chiarire – ha aggiunto – ma non posso nascondere che abbiamo tutti sofferto molto da un punto di vista emotivo per il decesso della bimba".