(l.c.) Rimane sotto sequestro l'impianto di comunicazioni satellitare militare Usa Muos realizzato nella riserva del Sughereto di Niscemi (Caltanissetta). Lo ha deciso la Cassazione, che ha rigettato il ricorso del ministero della Difesa: resta così vigente l'ordinanza emessa il 1 aprile del 2015 dal Gip di Caltagirone (confermata poi dal Tribunale per il riesame di Catania), che ha bloccato la prosecuzione dei lavori per la realizzazione dell'impianto di telecomunicazione nella base americana. La Cassazione ha inoltre condannato il ministero della Difesa al pagamento delle spese processuali

Secondo il procuratore di Caltagirone, Giuseppe Verzera, che è competente per territorio il Muos di Niscemi è sottoposto ai vincoli di rispetto ambientale, poiché realizzato entro un'area protetta con inedificabilità assoluta. Come abbiamo già detto, il 1 aprile del 2015 è stato disposto il sequestro della struttura e il provvedimento è stato confermato il 27 aprile del 2015 dal Tribunale del riesame di Catania.