Se è vero che i furti d'auto in Italia sono in calo, è anche innegabile che il fenomeno si mantiene su proporzioni rilevanti. A tal proposito, non ci sono buone notizie per i proprietari di Fiat Panda, vettura "preferita" dai criminali. In Italia, le utilitarie sono il principale obiettivo dei malviventi, secondo un'elaborazione dell'AdnKronos su dati del Dipartimento di Pubblica Sicurezza, che registra una diminuzione dei furti d'auto di circa il 9% (dai 112.926 del 2013 ai 103.067 del 2014).

Qual è la posizione della Sicilia nel panorama nazionale? La buona notizia è che non si tratta della regione che registra il maggior numero di auto rubate: il primato, infatti, spetta alla Campania, seguita dal Lazio. Ultimo gradino del podio per l'Isola, con 15.103 auto rubate nel 2014

In Sicilia le auto più rubate sono le Fiat Panda (2.947), ma tra i modelli presi di mira vi sono anche Lancia Y e Volkswagen Golf. 

Se il riciclaggio dei veicoli rubati è più difficile rispetto a prima – spiega Giordano Biserni, presidente Asaps (associazione Sostenitori ed Amici della Polizia Stradale) – grazie ai controlli incrociati tra le banche dati delle varie polizie internazionali che consentono accertamenti più profondi, è anche vero che c'è ancora una forte domanda di auto di piccola cilindrata.

Le utilitarie sono le più facili da rubare ma anche quelle che si prestano ad essere meglio "cannibalizzate", cioè smontate e vendute a pezzi. Con la crisi c'è stato un ritorno alla riparazioni d'auto, con un aumento della richiesta di pezzi di ricambio usati.