In mostra al Museo archeologico regionale Antonio Salinas di Palermo quattro vasi ciprioti di epoca alto-arcaica (VII secolo a.C.) provenienti dal Metropolitan Museum di New York. Sarà possibile ammirarli fino al mese di dicembre del 2025.

Vasi ciprioti del Met al Museo Salinas di Palermo

La preziosa mostra ospitata dal museo di Palermo è il primo passo di una collaborazione sottoscritta con il Metropolitan che include, oltre al reciproco prestito pluriennnale di reperti archeologici, anche lo sviluppo di attività culturali e di ricerca da realizzare congiuntamente. I vasi appartengono alla collezione Cesnola.

Grazie a questo accordo, i visitatori del Met di New York possono già ammirare, nelle sale del pianoterra dedicate all’arte greca arcaica, tre importanti reperti provenienti da Selinunte, che fanno parte delle collezioni del Salinas: un rilievo metopale con la raffigurazione del ratto di Eos e Kephalos, un’arula con il medesimo soggetto e una lucerna arcaica in marmo di fattura cicladica.

“Un importante accordo di collaborazione internazionale che valorizza il ricchissimo patrimonio storico archeologico della Sicilia e apre all’internazionalizzazione dei nostri beni culturali”, sottolinea Elvira Amata, assessore dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana.

“È obiettivo del governo regionale rafforzare le alleanze con le maggiori istituzioni a livello mondiale e avviare un dialogo che porti in Sicilia nuovi visitatori. Abbiamo moltissimo da offrire, i nostri musei racchiudono tesori tra i più preziosi al mondo”, aggiunge.

“La cultura – conclude Amata – è un’industria fiorente su cui vogliamo puntare, consapevoli che occorre sempre più rafforzare la rete delle collaborazioni per creare nuove sinergie e significative opportunità di sviluppo economico”.

I vasi esposti a Palermo

Dal museo newyorkese fanno sapere che “Il Met è lieto di esporre importanti oggetti provenienti da scavi sull’Acropoli e da un santuario dedicato a Demetra Malophoros a Selinus e di prestare quattro oggetti della sua collezione Cesnola di antichità cipriote. I quattro vasi sono tra i migliori esempi di pittura vascolare cipriota. Due vasi spettacolari ricordano scene assire e fenicie incentrate su alberi sacri altamente decorati”.

E, ancora, “Sono interamente ricoperti da colorate raffigurazioni di dee, uccelli marini e cervi. Due vasi in stile a “campo libero” sono rari per le loro dettagliate rappresentazioni di un veliero mercantile e di un acrobata a cavallo”. Max Hollein, “Marina Kellen French Director” del museo americano, spiega: “Siamo estremamente lieti di scambiare prestiti tra il Metropolitan museum of art di New York e il Museo archeologico Antonino Salinas di Palermo“.

Per Sean Hemingway, “John A. and Carole O. Moran Curator in Charge” di Arte greca e romana del Metropolitan museum of art: “Questo scambio di importanti prestiti inaugura una nuova era di collaborazione tra il Met e il Museo archeologico Antonino Salinas di Palermo. Sono ansioso di approfondire la nostra partnership con nuovi progetti negli anni a venire”.

La direttrice del Salinas, Caterina Greco, evidenzia che “«La collaborazione con il Met consolida il ruolo importante che il museo Salinas ha assunto negli ultimi anni nell’ambito dei rapporti fra istituzioni culturali internazionali; rapporti che oltre allo scambio di opere hanno lo scopo di costruire ”comunità scientifiche” ispirate a criteri di autentica reciprocità. La collezione resterà esposta fino alla fine del 2025″.

Foto di ICarollo77 – Own work, CC BY-SA 4.0.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati