Un piccolo arsenale in camera da letto, con armi e munizioni detenute illegalmente. È stato arrestato dalla polizia a Palma di Montechiaro il 53enne Antonio Mangiavillano, accusato di detenzione di armi clandestine e munizioni. Durante una perquisizione nella casa dell'uomo, gli agenti hanno trovato un fucile a pompa calibro 12, marca "Winchester" con matricola abrasa, corredata di 5 cartucce a pallini stesso calibro.

Rinvenuta, inoltre, una pistola calibro 9, marca "Taurus" con matricola abrasa, con due caricatori riforniti con 15 colpi ciascuno, e ancora, un'altra pistola del calibro 7,65, marca "Beretta", con matricola abrasa, corredata da 2 caricatori rispettivamente ad 8 e 6 cartucce. Inoltre, la polizia ha scoperto ben 285 cartucce di vario calibro. Tutte le arrmi scoperte sono state poste sotto sequestro: erano debitamente nascoste all'interno della camera da letto, avvolte in panni e cellophane, custodite sotto i mobili. Dopo gli adempimenti di rito Mangiabillano è stato condotto agli arresti domiciliari.