Cinque medici della clinica Triolo-Zancla di Palermo sono indagati per la morte di una neonata di un mese, trasferita dopo il parto all'ospedale Civico. Secondo quanto riportato da La Repubblica, l'inchiesta è stata aperta il 6 marzo, giorno in cui la piccola è morta. Quando è nata è andata in ipossia, cioè le è mancato l'ossigeno, e le sue condizioni sono apparse subito gravi.

I sostituti procuratori Nino Di Matteo e Daniele Sansone – scrive Repubblica – hanno aperto un fascicolo per omicidio colposo e hanno iscritto sul registro degli indagati, oltre al nome di Triolo, anche quelli del direttore sanitario della clinica Triolo Zancla, Pasquale Alcamo, della pediatra Beatrice Vergara,del ginecologo Antonio Vanella e, infine, il nome del ginecologo personale della donna, Adolfo Allegra, del centro Andros. I magistrati hanno anche disposto il sequestro delle cartelle cliniche della bambina e della madre nelle due clniche e nell'ospedale Civico. L'autopsia sul corpicino della neonata è già stata eseguita e si attendono i risultati di laboratorio tra 90 giorni.