Nino Frassica non dimentica mai la sua Sicilia. L’artista, parlando con i giornalisti in occasione di un concerto a Reggio Calabria, ricorda i suoi anni giovanili a Messina, con queste parole.

Nino Frassica ricorda gli anni giovanili

L’attore messinese, famoso per tanti ruoli, tra cui quello del maresciallo Cecchini di Don Matteo, si è esibito a Reggio Calabria con la sua Los Plaggers Band, nell’ambito del “Tour 2000-3000”. Lo show ha concluso il primo “Reggio Live Xmas”, un festival natalizio organizzato dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria.

Parlando con i giornalisti a margine dello spettacolo, Nino Frassica ha detto: “La discoteca ‘Hi-Fi’, nel centro di Messina, é stata negli anni Settanta la mia palestra e la mia accademia artistica. Il mio vero studio è stato quello di stare sin da ragazzo in mezzo alla gente e rappresentarne con ironia i pensieri”.

“Ho sempre avvertito la necessità di comunicare con gli altri alla mia maniera, di fare ridere e suscitare divertimento ed un senso di spensieratezza. Ed è proprio da quella discoteca di Messina che per me è cominciato tutto“, ha aggiunto.

Lo spettacolo di Frassica e i Los Plaggers si basa non soltanto sui brani resi celebri da trasmissioni storiche come “Quelli della notte” e “Indietro tutta”, ma anche su classici del repertorio italiano, legati l’uno all’altro attraverso arrangiamenti molto originali.

Prima dell’inizio del concerto, l’artista messinese ha voluto visitare il “Museo archeologico nazionale” di Reggio Calabria per ammirare i “Bronzi Riace”: “Devo dire che questi Bronzi si portano incredibilmente bene i loro secoli di vita. Li ho trovati in gran forma”, ha commentato con la sua solita ironia e la sagacia che lo contraddistinguono.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati